Ambulatorio : E-mail: motzo@me.com
  Telefono : +39 329 6049834

I cibi industriali sono un rischio alla salute

I cibi industriali ultra-processati

Uno studio francese condotto da Laure Schnable dell’università La Sorbona di Parigi e denominato “NutriNet-Santé”, ha monitorato oltre 44 mila persone tra il 2009 e il 2017, di cui il 73% donne. Dal risultato è emerso che un aumento del consumo di alimenti ultra-processati (AUP) porta a un incremento del 12% dei casi di cancro, specialmente al seno, e del rischio di mortalità del 14%. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Jama Internal Medicine. 
Gli “ultraprocessati” sono gli alimenti definiti tali secondo la classificazione NOVA: vi appartengono i cibi industriali molto elaborati che contengono almeno 5 diversi ingredienti, tra i quali additivi, conservanti, aromi e coloranti. Mediamente, nel campione controllato, il 14,4% del cibo consumato era costituito da AUP, che fornivano il 29% dell’apporto energetico. 
Nonostante i dati, avverte Mathilde Touvier, co-autrice dello studio, non è possibile stabilire un nesso causale diretto e chiaro tra il consumo degli alimenti ultra-processati e il verificarsi di cancri e mortalità. La Touvier aggiunge che non è bene arrivare a conclusioni affrettate e spargere allarmismi: saranno necessari ulteriori studi per stabilire gli effetti dell’eccessivo consumo di AUP sulla salute e per confermare i risultati ottenuti con la ricerca.

Fonte: https://ilfattoalimentare.it/alimenti-ultra-trasformati-studio.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivimi su WhatsApp