Ambulatorio : Dal LUN al VEN dalle 16:00 alle 20:00 - SAB e DOM a domicilio
  Telefono : +393296049834

Alcuni suggerimenti “anti-caldo”.

Abbigliamento leggero, dai 10 ai 15 bicchieri d’acqua al giorno, niente alcol e poco caffè. Promosse invece pesche e albicocche che aiutano a rilassare l’organismo. Sono le poche, semplici regole per combattere l’afa proposte dall’Unione Nazionale Consumatori. Una guerra impari, quella contro il caldo torrido, ma che con qualche contromisura si può almeno tentare di combattere. Prima di tutto partendo dai vestiti. Leggeri, di cotone, lino e canapa.
C’è poi il capitolo climatizzatori. L’associazione consiglia di non regolarli a temperature polari, con il rischio di raffreddamenti pericolosi per la salute.
Assolutamente da evitare, in particolare per le categorie a rischio, bambini e anziani e cardiopatici, le passeggiate nelle ore più calde.
L’afa si sconfigge anche sotto la doccia: acqua tiepida e bagni frequenti aiutano ad abbassare la temperatura corporea. Le temperature africane di questi giorni si sconfiggono, però, anche a tavola. La prima regola, dicono dall’Unione nazionale consumatori, è sempre la stessa: bere spesso e bere tanto, almeno 10-15 bicchieri di acqua al giorno anche se non si ha sete. Spazio anche a spremute e succhi di frutta. Bandite le bevande alcoliche e anche il caffè in dosi eccessive perché disturbano il riposo notturno già sufficientemente compromesso dal caldo afoso. Meglio quattro o cinque piccoli pasti al giorno, preferendo insalate, moderatamente condite, che rinfrescano e forniscono nutrienti essenziali. Bene pane, pasta e riso, sono invece da tenere a distanza gli alimenti conditi con molto sale e pepe, cibi in scatola e patatine fritte.(fonte: salute24.ilsole24ore).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivimi su WhatsApp